BIOEDILIZIA, A JESOLO IL PALAZZO PIÙ ALTO D’EUROPA. NE PARLIAMO CON MARCO PEGORARO DI AIR ITALIA
Home >> BIOEDILIZIA, A JESOLO IL PALAZZO PIÙ ALTO D’EUROPA. NE PARLIAMO CON MARCO PEGORARO DI AIR ITALIA

Per Jesolo il mercato immobiliare è sempre stato un punto di riferimento, rotta fondamentale per capire l’andamento dell’economia andando oltre i numeri, per quanto importanti essi siano, forniti da arrivi e presenze turistiche. Un “rilevatore di benessere” che ha assunto importanza ormai da qualche anno, più precisamente da quando il giapponese Kenzo Tange ha ridisegnato la città attraverso il suo ormai famosissimo Master Plan, poi tradotto, almeno in parte, in Piano Regolatore Generale.
Per fare il punto abbiamo incontrato lo jesolano Marco Pegoraro, rappresentante legale dell’agenzia Garden Immobiliare di Pebe srl, ma soprattutto Presidente Provinciale e Consigliere Nazionale di AIR Italia, Associazione Agenti Immobiliari Riuniti che oggi conta circa 500 associati nel Paese.

Presidente, come sta andando il mercato immobiliare a Jesolo? A quanto si dice, il peggio sembra essere passato.
Certo, con tutti gli scongiuri di rito e le cautele del caso posso dire che il peggio sembra ormai alle spalle. Il mercato sta andando abbastanza bene, la richiesta punta soprattutto sul nuovo anche perché, rispetto a qualche anno fa, i prezzi si sono calmierati. L’usato, invece, fatica ancora un po’ anche perché, pur sembrando paradossale, spesso costa più del nuovo.

Quindi il nuovo funziona, ma è solo una questione di prezzo?
Assolutamente no, nel nuovo entra in gioco anche la qualità. Oggi il mercato immobiliare parla un linguaggio completamente diverso rispetto al passato: i parametri di valutazione puntano su concetti come  bioediliza, classificazione energetica, risparmio energetico, velocità di realizzazione.

Jesolo, insomma, ha ancora un forte appeal?
Guarda, non tutti sanno che il nostro è l’unico vero frontemare fino ad Ancona: esistono poche località dove puoi uscire di casa o dall’albergo e mettere subito i piedi sulla spiaggia. Quindi la risposta è sì, Jesolo ha ancora un forte appeal, e ovviamente non solo per questo.

Certo che con un’offerta immobiliare così variegata sarà difficile assistere, come nel recente passato, ad interventi che, diciamo così, lasceranno il segno.
Tra giugno e luglio di quest'anno, nella zona di piazza Tommaseo, alle spalle di piazza Manzoni, sarà completato un importante intervento realizzato completamente in bioedilizia. A breve poi si aprirà il cantiere per la costruzione del più alto palazzo d’Europa realizzato, anche in questo caso, completamente in bioedilizia: nascerà tra piazza Venezia e piazza Trieste. Una cosa unica, vedrete, stiamo lavorando sugli ultimi dettagli del progetto, ma ormai ci siamo. Come vedi, spazio per sorprendere ce n’è ancora…

Secondo lei Jesolo ha le professionalità per sostenere e realizzare un progetto così importante, o comunque progetti simili?
Certo, da sempre la nostra città può contare su professionalità straordinarie: costruttori, progettisti, idraulici, fornitori, installatori e, più in generale, tutti gli addetti ai lavori, contribuiscono concretamente alla realizzazione di progetti di qualità assoluta.

Un’ultima domanda: cosa significa per un agente immobiliare far parte di AIR, associazione di cui lei è Presidente Provinciale?
In pochissime parole: far parte di AIR significa crescita personale, formazione professionale continua e capacità di sviluppo. In un mercato complesso come quello immobiliare, direi che non è cosa da poco. Di un agente AIR, insomma, puoi fidarti.