GIARDINAGGIO
Home >> GIARDINAGGIO


GIARDINAGGIO

“Nel giardinaggio c’è qualcosa di simile al piacere della creazione: si può plasmare un pezzo di terra come si vuole… ci si può procurare i frutti, i colori e i profumi che si preferiscono. Si può trasformare un piccolo spazio in un mare di colori, in una delizia per gli occhi, in un angolo di paradiso”. (cit, Hermann Hesse)

Il giardino di casa è autobiografico: racconta la tua vita, la tua personalità, mostra in qualche modo quello che potresti trovare tra le mura domestiche. Prendersi cura del proprio giardino regala molte soddisfazioni e può essere fatto anche dalle persone meno esperte. Da noi puoi trovare gli strumenti e gli accessori giusti, perché passione e impegno spesso non bastano: tosaerba, decespugliatori, sistemi di irrigazione, taglia siepi, raccogli erba, guanti da giardino, concimi, rastrelli e tanti, tantissimi altri accessori.

https://www.irritec.com/it/http://www.ama.it/

LE PIANTE CARNIVORE ESISTONO!

Si chiamano così perché, a differenza di altri vegetali, si sono specializzate nella cattura di insetti che le riforniscono le sostanze che non trovano nei terreni aridi su cui crescono. Le piante carnivore, ovviamente, non sono pericolose per l’uomo, ma ciò nonostante hanno suscitato fantasie, paure infondate e perfino una consistente letteratura al riguardo. Crescono in ambienti poco ospitali: tra le paludi, tra le rocce e sott’acqua.

ALCUNI CONSIGLI PER UN PRATO PERFETTO

1. Concimazione. Dall’inizio della primavera è bene iniziare a concimare il prato ogni 4/5 settimane. Azoto, potassio e fosfato, ovvero le sostanze da utilizzare per la concimazione, sono facilmente reperibili nel mercato in miscele ben equilibrate.
2. Il taglio dell’erba. È consigliabile tagliare l’erba poco e spesso, piuttosto che quando è troppo alta. L’altezza ottimale è di circa 5 cm., anche se d’estate sarebbe meglio lasciarla un po’ più alta: così resiste meglio alla siccità.
3. Irrigazione. Se si desidera un prato verde per tutta l’estate, una buona irrigazione è fondamentale e la sua frequenza varia in base alle condizioni climatiche: il campanello d’allarme scatta quando l’erba più vecchia inizia ad arricciarsi. Se invece si tratta di un prato appena seminato, è necessario bagnarlo una volta al giorno.

BONUS VERDE 2018

Il Bonus Verde 2018 è la detrazione fiscale introdotta con la nuova Legge di Bilancio 2018. Vediamo cos'è e come funziona, a chi spetta e quando la nuova detrazione 36% fino a 5.000 euro per chi effettua spese per la sistemazione del verde di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari di qualsiasi tipo: giardini, terrazzi, balconi anche condominiali, anche se con impianti di irrigazione e recupero del verde storico. Il Bonus è una misura contro l'inquinamento e un’opportunità, dal momento che consiste in una detrazione per chi sostiene spese per la sistemazione del verde di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private di qualsiasi genere, per cui terrazzi, giardini, balconi, anche condominiali, anche se attraverso impianti di irrigazione e lavori di recupero del verde di giardini di interesse storico. A partire dal 1° gennaio 2018, pertanto, tutti i cittadini che sosterranno spese di sistemazione del verde e di recupero del verde storico, potranno beneficiare di una nuova detrazione fiscale pari al 36%. Quali sono i lavori di giardino, terrazzo e balconi che rientrano nel bonus verde 2018? Tra le spese agevolabili con il bonus verde al 36% rientrano:

•    le spese per il rifacimento di impianti di irrigazione;
•    le spese per la sostituzione di una siepe;
•    le spese per le grandi potature;
•    le spese per la fornitura di piante o arbusti;
•    le spese di riqualificazione di prati.