QUALITÀ, FORMAZIONE E PROFESSIONALITÀ. LA NOSTRA AZIENDA INCONTRA IL SINDACO DI JESOLO
Home >> QUALITÀ, FORMAZIONE E PROFESSIONALITÀ. LA NOSTRA AZIENDA INCONTRA IL SINDACO DI JESOLO

Mantenere alto il livello della promozione investendo, oltre che sui grandi eventi e sullo sviluppo delle infrastrutture, anche sulla qualità e sulla formazione: in questo modo anche le aziende di Jesolo, e non solo quelle del settore ricettivo, potranno dare il loro contributo alla crescita della Città.
Abbiamo incontrato il Sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, il giorno dopo l’annuncio ufficiale del concerto di Bob Dylan (Pala Arrex di piazza Brescia, giovedì 26 aprile), indubbiamente un evento di portata internazionale.

Sindaco, siamo alla vigilia di una nuova stagione turistica: quali sono le strategie per confermare i buoni risultati del 2017?
L’impegno dell’Amministrazione Comunale è quello di continuare a lavorare per una Città sempre più bella, moderna ed accogliente, investendo risorse importanti non solo sulla promozione, ma anche sullo sviluppo di infrastrutture fondamentali come per esempio le piste ciclopedonali. Per confermare questo momento straordinario, però, anche i privati devono fare la loro parte, come del resto stanno già facendo, almeno in moltissimi casi.

In che modo, secondo lei, le aziende possono dare il loro contributo concreto alla crescita della Città?
Investendo sempre più sulla qualità e sulla formazione, e sia chiaro che non sto parlando solo delle aziende che operano direttamente nel settore ricettivo. La qualità del ricettivo dipende dalla qualità dei servizi e la qualità dei servizi dipende a sua volta dalla qualità di chi questi servizi li fornisce: ristorazione, arredamento, nuove tecnologie, manutenzioni e via dicendo. Se troviamo questo modo di fare sintesi, si può creare una sinergia con risultati straordinari per tutti.

Sta dicendo che l’economia locale potrebbe avere la forza, in qualche modo, di autoalimentarsi?
Sto dicendo che a Jesolo ci sono moltissime aziende che puntano sulla qualità e chi ha necessità di investire o, più semplicemente, di acquisire nuovi servizi, dovrebbe prestare attenzione prima di tutto alle realtà locali. Una vera sinergia ci consentirebbe di raggiungere obiettivi impensabili, con reciproco vantaggio per tutti, sia dal punto di vista occupazionale che di distribuzione delle risorse economiche nel territorio.

Nel concreto?
Nel concreto il sistema è abbastanza semplice, se vogliamo anche banale, ma bisogna crederci. Vi faccio un esempio: se io devo ristrutturare casa o la mia attività e mi rivolgo a una azienda locale, questa avrà le risorse per gestire la forza lavoro che a sua volta avrà l’autonomia, in ipotesi, di andare a cena con la famiglia. Il ristoratore avrà così, a sua volta, la forza per mantenere la sua azienda sul mercato e far fronte a tutte le necessità della famiglia rivolgendosi al commercio locale. Questo significa dare linfa vitale all’economia del territorio, mettere in circolazione le risorse necessarie per garantire uno stile di vita dignitoso a chi vive e lavora a Jesolo. Chiamiamola, se volete, reciprocità solidale.

Qualità, formazione, professionalità: tutti valori che la nostra azienda sicuramente condivide e sui quali ogni anno investe risorse importanti. Insomma Sindaco, se c’è un “progetto sinergia” noi ci siamo! E grazie per l’intervista.